Favore alla Fiat e danno ai cittadini?

Favore alla Fiat e danno ai cittadini?

Il provvedimento “antismog” dimostra, se ancora ce ne fosse bisogno, che l’aspirazione della sinistra è raggiungere gli obiettivi stabiliti dai burocrati di Bruxelles e non di agire assecondando il comune sentire con investimenti strategici.
Compito invece di una classe dirigente sana e illuminata è andare oltre l’ordinaria amministrazione.
Da anni si sa che servono provvedimenti strutturali. Dal 1998 esiste un Decreto Legislativo che dà ai Comuni le competenze di risparmio energetico e consente agli Enti Locali di stipulare accordi di compensazione con chi vuole localizzare nel territorio nuove infrastrutture energetiche o potenziare quelle esistenti.
Le giunte rosse non solo non hanno pensato ad alcunché ma hanno avuto sempre e solo un obiettivo: togliere il traffico dal centro! Il tutto condito con azioni contrarie quali: aumento del costo dei mezzi pubblici, eliminazione di linee di collegamento, possesso di veicoli pubblici inquinanti.
Avremmo dovuto invece in tempi passati creare una rete metropolitana efficiente; oggi potremmo parlare di ticket di ingresso nel centro abitato. Avremmo dovuto consentire la costruzione di anelli tangenziali efficaci; oggi potremmo parlare di traffico a scorrimento veloce. Avremmo dovuto intervenire sui riscaldamenti dei locali pubblici utilizzando nuove tecnologie; oggi potremmo chiedere sacrifici. Avremmo dovuto investire su vernici e asfalti mangia-smog; oggi potremmo avere orizzonti…più puliti.
Tutto ciò con la sinistra al governo non avverrà mai!

Andrea Tronzano

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*