“Illuminazione pubblica a Led, riduzione in consumi ma riduzione in luminosità e sicurezza” – interpellanza

“Illuminazione pubblica a Led, riduzione in consumi ma riduzione in luminosità e sicurezza” – interpellanza

INTERPELLANZA: “ILLUMINAZIONE PUBBLICA A LED, RIDUZIONE IN CONSUMI MA RIDUZIONE IN LUMINOSITÀ E SICUREZZA

Il sottoscritto Consigliere Comunale,

PRESO ATTO CHE

prosegue il programma di rinnovamento dell’illuminazione pubblica con l’adozione di lampade a LED, con rilevante investimento per installazione di nuovi proiettori a basso consumo energetico;

RILEVATO TUTTAVIA

che i nuovi proiettori ed i corpi illuminanti sono collocati nei vari ambiti urbani nella stessa posizione delle precedenti luci ma possiedono caratteristiche di concentrazione e diffusione della luce decisamente differenti per colore ed intensità;

RILEVATO IN PARTICOLARE

che l’effetto di ridotta diffusione dell’illuminamento è particolarmente evidente in via Cibrario ove nel tratto tra via Vagnone e piazza Statuto, di recente rinnovo, è decisamente insufficiente l’illuminamento dei marciapiedi con i corpi illuminanti posizionati in corrispondenza del centro stradale;

CONSIDERATO ED OSSERVATO

che le normative sono probabilmente rispettate per l’illuminazione del sedime centrale della via, ma sicuramente nel progetto e dimensionamento dei corpi illuminanti non si è tenuto in conto l’esigenza di illuminare marciapiedi e portoni, per la sicurezza dei pedoni e per gli accessi alle abitazioni;

INTERPELLA

Il Sindaco e l’Assessore competente per sapere:
1) se non ritengano opportuno intervenire con urgenza presso IREN e Ditte Appaltatrici per modificare le caratteristiche della nuova illuminazione ove necessario a garantire adeguate condizioni di illuminazione anche ai marciapiedi;
2) ove eventualmente siano già stati eseguiti i collaudi, di eseguire opportuni accertamenti ispettivi, per verificare ove esistano irregolarità ed inefficienze nella fornitura e posa della nuova illuminazione, adottando provvedimenti a tutela dell’interesse dei cittadini.

F.to Andrea Tronzano

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*