120 morti nel cuore dell’Europa, minacce anche a Roma. Oggi vertice sulla sicurezza nella capitale – NewsItalia Live

120 morti nel cuore dell’Europa, minacce anche a Roma. Oggi vertice sulla sicurezza nella capitale – NewsItalia Live

Un attacco terroristico senza precedenti quello che ieri sera ha colpito la capitale francese. 120 morti in sette attentati con stragi in tutta Parigi: nel teatro Bataclan durante un concerto rock di un gruppo americano sono stati freddati 70 spettatori da cinque terroristi che sparavano all’impazzata sul pubblico, prima che le teste di cuoio riuscissero a colpire gli attentatori e liberare gli ostaggi. A San Denis vicino allo Stade de France, tre esplosioni scuotevano i 50 mila spettatori. Si parla di 30 morti e decine di feriti. I giocatori si sono fermati, alcuni spettatori sono riusciti ad uscire, gli altri sono rimasti bloccati dalla polizia all’interno fin dopo il termine della gara.  Due i kamikaze in azione. E’ stata poi la volta di un ristorante del decimo Arrondissement di Parigi. Almeno sette le persone rimaste ferite. Una terza sparatoria ha avuto luogo sulla rue de Charonne, nell’XI arrondissement di Parigi. Dodici persone colpite, mentre un’altra sparatoria è avvenuta a rue de Charonne, a boulevard Beaumarchais e a Faidherbe, tutti luoghi a pochi metri da place de la Bastille. Immediata la reazione dei Paesi Europei, chiuse le frontiere di molti Stati ed anche in Italia sono stati alzati i livelli di guardia al codice rosso con particolare attenzione a Roma e Milano. Sdegno e sgomento da parte dei rappresentanti del mondo politico. Dal premier Matteo Renzi e dal capo dello stato Sergio Mattarella parole di solidarietà ai cugini francesi. “l’Italia piange le vittime di Parigi. L’Europa colpita al cuore saprà reagire alla barbarie”. Dure le parole di Matteo Salvini che dalla sua pagina facebook tuona “E’ ora di chiudere le frontiere,  serve un controllo a tappeto di tutte le realtà islamiche presenti in Italia, bisogna bloccare partenze e sbarchi e attaccare in Siria e in Libia. I tagliagole e i terroristi islamici vanno eliminati con la forza!” Sulla stessa lunghezza d’onda Gianmarco Centinaio capogruppo della lega nord in Senato che ha puntato il dito su una politica che si mette  giacca e cravatta, sfila per ricordare le vittime degli attentati, ma non riesce a porre fine a questa vera e propria guerra. “Ci racconteranno che da domani cambierà tutto – scrive Centinaio sulla sua pagina Facebook – ma quando l’Europa si renderà conto che i nemici li abbiamo accolti, educati, dato la cittadinanza etc etc sarà troppo tardi”. Per Andrea Tronzano capo gruppo Fi Torino: “La speranza è che l’Unione Europea e gli Usa lavorino insieme alla Russia per sconfiggere i terroristi”. Questa mattina a partire dalle 9,30 Angelino Alfano ha convocato un vertice sulla sicurezza presieduto dal premier Matteo Renzi. Una riunione, alla quale parteciperanno i vertici delle forze di polizia e dei servizi di sicurezza, per fare un’analisi di quanto accaduto a Parigi e predisporre le misure di sicurezza necessarie per ridurre al minimo i rischi per il nostro paese.

FEDERICA BOSCO

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*