Buone notizie per i 32 cani sequestrati dalla polizia: oltre 800 richieste d’adozione – TorinoFlash

Buone notizie per i 32 cani sequestrati dalla polizia: oltre 800 richieste d’adozione – TorinoFlash

La brutta avventura che ha visto coinvolti i 32 cani ritrovati in un appartamento di via Martorelli sembra avviarsi verso un lieto fine. Il canile di via Cuorgnè dove gli animali attualmente si trovano, infatti, ha già ricevuto oltre 800 e-mail con richieste d’adozione, telefonate da tutta Italia e la visita di 85 potenziali affidatari.

La vicenda ha avuto inizio lo scorso 2 febbraio, quando gli agenti della VI Sezione Barriera di Milano/Regio Parco/Falchera della polizia municipale di Torino hanno sottratto i cani, 29 dei quali di razza pitbull, dall’appartamento dove erano illegalmente detenuti da un quarantenne di origini italiane.

L’abitazione, dalla quale i poveri animali non erano mai usciti, oltre ad essere priva di luce e gas, versava in pessime condizione igieniche, ed è stato necessario l’intervento di veterinari dell’Asl di Torino, sanitari dell’ufficio d’Igiene, guardie zoofile e del personale del canile municipale per risolvere la situazione.

Il quarantenne responsabile della situazione è stato denunciato per maltrattamento di animali.

A comunicare la lieta notizia delle numerose richieste di adozione dei cani è stato l’assessore all’Ambiente, ma i fatti hanno suscitato polemiche e discussioni in Sala Rossa, dove l’opposizione ha aspramente criticato l’operato dell’amministrazione torinese, facendo notare come la grave situazione fosse già nota da oltre due anni.

Nello specifico, il capogruppo di Forza Italia Andrea Tronzano ha sottolineato che ” (…) nonostante le segnalazioni non era stato fatto nulla, in particolare sulle verifiche delle condizioni igienico-sanitarie dell’appartamento”.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*