Casa, Forza Italia dice no alle tasse – Il Giornale del Piemonte

Casa, Forza Italia dice no alle tasse – Il Giornale del Piemonte

Gli azzurri contro Renzi e Fassino: «Le imposte stanno mettendo alle corde migliaia di torinesi»

«Forza Italia in Piemonte sarà in prima fila contro il solito tassa e spendi delle sinistre. I cittadini non sono un bancomat e non è possibile far diventare i proprietari di casa affittuari dello Stato: è ora che questi due concetti tornino a prevalere sulle scelte di politica economica nazionale». A lanciare la sfida è il coordinatore regionale di Fi piemontese Gilberto Pichetto aderendo al #BASTATASSE, la manifestazione promossa dal presidente Silvio Berlusconi. «Tra oggi e domani – spiega l’esponente azzurro – i nostri eletti, militanti e simpatizzanti allestiranno centinaia di banchetti in tutte le piazze del Piemonte per gridare forte e chiaro al governo Renzi la nostra assoluta contrarietà alla tassazione selvaggia che stanno subendo gli italiani dal 2011 ad oggi. Una tassazione schizofrenica che ci ha portato ad essere contemporaneamente prima nazione in Europa per tassazione sul reddito e seconda sul patrimonio. Una scelta che ci ha condannato all’attuale recessione e stagnazione che stiamo subendo. Ma soprattutto una tassazione subdola perché colpisce quei cittadini che hanno fatto sacrifici per una vita, senza domandare nulla allo Stato, se non la difesa del diritto ad avere una casa e a vedere tutelato il proprio risparmio». «Nel fine settimana conclude Pichetto – spiegheremo ai piemontesi che c’è una soluzione per scongiurare l’aumento vertiginoso che ha subito la tassazione sulla casa dal 2011 ad oggi. Intervenire sulla tassazione degli immobili riducendola ai livelli pre 2011 è una scelta obbligata. Ad oggi la cura Monti-Letta-Renzi continua a fare danni sul tessuto produttivo e sui livelli occupazionali: si pensi che in Piemonte negli ultimi tre anni abbiamo perso 30mila addetti, 8mila nell’ultimo semestre, e abbiamo registrato una riduzione del valore immobiliare che sfiora il 18%». (…)

Per il capogruppo in Comune, Andrea Tronzano: «Non è accettabile che lo Stato porti i propri cittadini in una condizione del genere. In Comune a Torino Forza Italia ha fatto proposte concrete contro costi troppo alti e sburocratizzazione che hanno trovato un buon epilogo in un documento che deve essere approvato in fretta». [M. Traverso]

29.11.14_GiornalePiemonte_Casa

0 Commenti

Lascia una risposta