Da Ascom un supporto legale alle imprese colpite dal fallimento – CronacaQui

Da Ascom un supporto legale alle imprese colpite dal fallimento – CronacaQui
L’Ascom Confcommercio Torino e provincia è pronta a correre in soccorso delle imprese dopo il fallimento di QuiGroup, società che si era aggiudicata l’appalto Consip per fornire buoni pasto nella pubblica amministrazione del Nord Italia. Sarebbero almeno 2mila le micro imprese del pubblico esercizio, della somministrazione e del commercio alimentare, colpite dal fallimento. Il danno subito? Tra 20 e 80mila euro ciascuna. Tra le iniziative di sostegno è prevista l’apertura di uno sportello legale per gli aspetti giuridici del fallimento e saranno anche effettuate consulenze finanziarie per l’accesso al credito che sarà erogato da Ascomfidi Nordovest: per finanziamenti oltre i 10mila euro sarà fatta un’istruttoria sull’impresa per verificare se c’erano difficoltà preesistenti. «Abbiamo messo in campo iniziative urgenti e concrete da replicare in tutto il Piemonte » ha spiegato Carlo Alberto Carignano, direttore generale di Ascom Torino. «Di fronte a un fallimento che coinvolge un elevato numero di operatori del “food”che rischiano il tracollo non possiamo che attivare ogni iniziativa per aiutare gli esercenti e per cambiare un meccanismo che li ha resi l’anello debole della catena» ha invece commentato Claudio Ferraro, direttore Epat Torino. «Avevo già sollevato perplessità da consigliere comunale sulla affidabilità di QuiGroup quando vinse la gara» ha ricordato Andrea TRONZANO, consigliere regionale di Forza Italia. «La situazione è disperata per molti esercenti ha aggiunto – ed è necessario che la Regione chieda immediatamente un intervento al Governo». Lo stesso TRONZANO ha anche presentato un’interrogazione in Regione «per sapere con quali azioni si ritenga intervenire per garantire il soddisfacimento dei creditori coinvolti nella vicenda». [l.d.p.]

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*