Ecco la nuova Sala Rossa, dominata dal monocolore a Cinque Stelle – La Repubblica

Ecco la nuova Sala Rossa, dominata dal monocolore a Cinque Stelle – La Repubblica

I “grillini” avranno 24 consiglieri più il sindaco: una maggioranza granitica

La compagine grillina sarà nuova di zecca. E soprattutto sarà una maggioranza granitica: 24 consiglieri del Movimento 5 Stelle. A cui si aggiunge la sindaca Chiara Appendino. Un monocolore che non dovrà confrontarsi con nessun altro partito di maggioranza. E nemmeno con quelli che dal primo al secondo turno hanno sostenuto Appendino con un’indicazione di voto. Il primo eletto è Damiano Carretto, 37 anni, laurea in ingegneria per l’ambiente e il territorio. Un libero professionista che ha sempre battagliato contro la riqualificazione del Palazzo del Lavoro. Al secondo posto Maura Paoli, consigliera uscente della Circoscrizione 3, videomaker, vicina al centro sociale Gabrio. Valentina Sganga ha 29 anni, una laurea in scienze del governo e dell’amministrazione. Fa l’impiegata ed è attiva nella Circoscrizione 4. Poi Daniela Albano, 43 anni e docente di scuola superiore, Monica Amore, 40 anni e consigliera della Circoscrizione 9, Fabio Versaci, perito chimico, 28 anni e consigliere uscente della Circoscrizione 7, Viviana Ferrero, consigliera uscente della Prima Circoscrizione, Francesco Sicari, 28 anni, studente in Ingegneria, Antonino Iaria, architetto e consigliere uscente della 5. Poi si aggiungono, come quota di maggioranza, Federico Carlo Vilfredo Mensio, 43 anni, perito elettronico, Andrea Russi, 33 anni, laurea I livello in tecniche di radiologia medica, Barbara Azzara’, 42 anni, docente scuola superiore, Chiara Giacosa, 40 anni, impiegata amministrativa, Giovanna Buccolo, 28 anni, educatrice, Fabio Gosetto, 49 anni, perito meccanico e progettista, Deborah Montalbano, 36 anni, lavoratrice precaria, Serena Imbesi, 29 anni, diploma socio-pedagogico, consigliera uscente della Circoscrizione 2, Antonio Fornari, 35 anni, laurea in scienze politiche, funzionario ente pubblico, Massimo Giovara, 50 anni, autore ed attore teatrale, Carlotta Tevere, 37 anni, laurea in giurisprudenza e docente Marco Chessa, 33 anni, liquidatore assicurativo Cataldo Cutarella, 41 anni, una laurea in Ingegneria, fa il  libero professionista, Roberto Malanca, 55 anni, diploma in amministrazione aziendale, imprenditore, Alberto Unia, 49 anni, diploma tecnico artigrafiche e direttore marketing. Si tratta di 24 matricole, almeno per la Sala Rossa. I più esperti si sono fatti un po’ di palestra nelle circoscrizioni, la maggior parte sono invece neofiti. Consiglieri che sono riusciti ad essere eletti con una manciata di preferenze. Unia, l’ultimo della lista, ha preso 207 voti. Il primo, che potrebbe essere il futuro capogruppo di maggioranza, Carretto 810.
Sul fronte della opposizione il Pd viene decimato. Si scende a nove consiglieri dai sedici del passato consiglio. Il primo sarà Piero Fassino, se rimarrà in Consiglio, poi l’assessore all’Urbanistica uscente  Stefano Lo Russo, a seguire l’assessore all’Ambiente uscente, Enzo Lavolta, Domenico Carretta, Maria Grazia Grippo, Claudio Lubatti, Chiara Foglietta, Elide Tisi, Monica Canalis, Lorenza Patriarca. I Moderati faranno un solo consigliere, Silvio Magliano, cosi’ come la Lista Civica Fassino fara’ un solo eletto, Francesco Tresso. Nessuno per la lista Progetto Torino dell’uscente assessore al Bilancio Gianguido Passoni che rimarra’ fuori dalla Sala Rossa. Sul fronte centrodestra, oltre a Osvaldo Napoli di Forza Italia, anche se Andrea Tronzano non ha mollato il pressing per farlo dimettere, ci sara’ il notaio Alberto Morano, il leghista Fabrizio Ricca e Roberto Rosso. E poi un eletto di Torino in Comune che non sara’ Giorgio Airaudo, ma Eleonora Artesio

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*