Finpiemonte, progetto banca ko “Un fallimento di Chiamparino” – La Stampa

Finpiemonte, progetto banca ko “Un fallimento di Chiamparino” – La Stampa
La finanziaria, sotto la lente di Bankitalia, torna a occuparsi di fondi europei e regionali. Le opposizioni: “Il presidente rinunci a candidarsi”
La Giunta regionale ha gettato la spugna: Finpiemonte, dopo essersi autosospesa travolta dall’inchiesta penale che ha portato in carcere il suo ex presidente Gatti per peculato e due presunti complici tutti accusati di aver fatto sparire, tra soldi cash e minusvalenze, qualcosa come 11 milioni di fondi pubblici, il 30 maggio, quando si riunirà l’assemblea dei soci, abbandonerà definitivamente la strada intrapresa un paio di anni fa per diventare intermediario finanziario, una banca insomma, per tornare all’antico e operare su fondi europei e regionali. (…)
La linea Reschigna
La non semplice difesa del fortino chiampariniano è toccata a un combattivo Reschigna,novello Leonida alle Termopili, aiutato dal Pd Raffaele Gallo. Reschigna, punzecchiato da un irruente Tronzano (FI), ha attaccato ricordando che «se oggi discutiamo di dove mettere 450 milioni, a iniziolegislatura discutevamo di dove erano finiti i 450 milioni» visto che «in passato i fondi rotativi di Finpiemonte venivano usati per la spesa corrente». [B.Minello]

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*