Il disastro elettorale spacca Forza Italia “Via Napoli e Pichetto” – La Stampa

Il disastro elettorale spacca Forza Italia “Via Napoli e Pichetto” – La Stampa

«Sono riusciti a distruggere il centrodestra a Torino e hanno anche l’arroganza di raccontare che il loro è stato un successo? Non c’è più il senso del limite». Andrea TRONZANO, più che arrabbiato, è furioso.

Il tempo del silenzio per il primo escluso del suo partito dal consiglio comunale sembra essere finito e il forzista che si era speso contro la candidatura di Osvaldo Napoli rompe gli indugi indirizzando una lettera pubblica alla dirigenza del partito. «Le decisioni che pochi hanno preso a scapito dei molti, hanno indignato non solo me ma tantissimi altri esponenti e elettori – spiega TRONZANO, riferendosi alla scelta del coordinatore Gilberto Pichetto di affidarsi a Napoli -. Queste decisioni hanno cancellato il centrodestra a Torino. Una vergogna per chi ha creduto in Forza Italia». Che nel testo, destinato a esprimere il suo punto di vista in occasione del comitato regionale del 4 luglio, sottolinea anche la scarsa tempestività di un’analisi interna della sconfitta.

«Chi ci ha portato ad una sconfitta di dimensioni epocali su Torino si deve dimettere – continua l’ex consigliere e capogruppo -. Nell’ordine del giorno dell’incontro previsto per il 4, invece, manca l’unico punto che avrebbe dovuto essere iscritto: le presentazione delle dimissioni del coordinatore regionale e dei responsabili del disastroso risultato torinese, ovvero di Osvaldo Napoli, Gilberto Pichetto e della senatrice Maria Rizzotti». Un sentimento di: «indignazione e non di risentimento – spiega TRONZANO -. Per tutti quelli che si sono sacrificati e hanno visto il partito sprofondare al 4%». (…) [F. Callegaro]

28.06.16_Stampa_Partito

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*