In 800 per l’affido dei 32 cani sequestrati – CronacaQui

In 800 per l’affido dei 32 cani sequestrati – CronacaQui

Pioggia di mail e di telefonate per i pitbull liberati da un alloggio-trappola in via Martorelli

Stanno chiamando e scrivendo da tutta Italia per poter adottare i pitbull messi sotto sequestro dopo l’intervento della polizia municipale in un appartamento degli orrori di via Martorelli, in Barriera di Milano. Sono addirittura 800 le e-mail arrivate negli scorsi giorni al canile municipale. A cui bisogna aggiungere le 85 visite di possibili affidatari, queste maturate nella sola giornata di sabato.

Una vera e propria gara di solidarietà quella per i 32 cani (29 pitbull – tra cui quattro cuccioli di appena tré mesi due pinscher e uno yorkshire) salvati dalle grinfie di un padrone, in seguito denunciato per maltrattamenti, che li aveva imprigionati dentro un appartamento pieno zeppo di rifiuti. Senza luce e senza gas. Con i cuccioli incapaci persino di fare le scale.

Ma per l’affido dei cani, liberati da quella che possiamo definire un’agonia, ci vorrà ancora del tempo. Il Comune di Torino, infatti, sta aspettando le disposizioni della magistratura. (…)

E in Sala Rossa non sono mancate le critiche per un’operazione condotta “un pò troppo lentamente”.

In particolare è l’opposizione a scagliarsi contro la Città. «La questione era nell’aria da due anni – la replica affidata al capogruppo di Forza Italia, Andrea TRONZANO – E nonostante le segnalazioni non era stato fatto nulla, in particolare sulle verifiche delle condizioni igienico-sanitarie dell’appartamento. Si è aspettato il decesso di uno dei cani prima di intervenire e mettere la parola fine a quell’orrore». [ph.ver.]

09.02.16_ToCronaca_Cani

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*