Le corone di fiori nei cimiteri. Il Comune cancella il divieto – CronacaQui

Le corone di fiori nei cimiteri. Il Comune cancella il divieto – CronacaQui

A quattro anni dall’entrata in vigore del divieto di far seguire il feretro dalle corone di fiori all’interno dei cimiteri torinesi, un protocollo d’intesa siglato dall’Associazione Fiorai dell’Ascom, dall’Afc Servizi cimiteriali e dal Comune di Torino cambia le regole: i fiori potranno seguire il corteo funebre, salvo poi essere depositate all’ingresso del campo. Fino ad oggi, infatti, le corone di fiori venivano sistemate in una sorta di “rastrelliera” all’ingresso dei cimiteri per motivi di decoro.

«È stata finalmente riconosciuta la fondatezza delle nostre richieste che, al di là delle ricadute economiche negative per il nostro lavoro, volevano anche mettere in luce il senso di profondo malessere evidenziato dalle famiglie dei defunti nel vedere il carro funebre avviarsi al luogo della sepoltura completamente spoglio di fiori» sottolinea Giovanni Barberis, presidente dell’Associazione provinciale fiorai di Torino. «Con la firma di questo protocollo – aggiunge Ferruccio Benozzo, presidente dell’Associazione torinese imprese funebri – il Comune, seppure dopo quattro anni, ha compreso le nostre esigenze, nonché la legittima volontà dei cittadini».
Il divieto era scattato nel 2008 quando l’amministrazione comunale aveva varato una delibera che impediva di introdurre fiori nell’area cimiteriale al seguito dei defunti, ad eccezione di un “copribara”, purché di dimensioni ridotte. Saranno, dunque, l’Associazione Fiorai e Atif ad impegnarsi affinché vengano rispettati i contenuti del nuovo accordo e a informare i clienti. «Per quanto riguarda le nostre imprese abbiamo fatto pervenire in questi mesi altre istanze al Comune e ai Servizi Cimiteriali» conclude Benozzo. La più importante è quella di poter prenotare i funerali su Internet. «Speriamo in altrettanta disponibilità da parte dell’amministrazione, anche se, per ora, le risposte sono state purtroppo negative».

Ed è dal 2009 che l’attuale capogruppo del Pdl in Sala Rossa, Andrea Tronzano, si batte per la revisione del regolamento e il ritorno delle corone a seguito dei cortei funebri. «Che sia stata modifica la norma è un’ottima notizia. La decisione rispetta i parenti dei defunti in primo luogo, ma anche il lavoro dei fiorai. Ora spero si aprano prospettive positive per i cittadini su altre decisioni importanti relativamente alla gestione dei servizi funerari». [E. Romanetto]

10.07.12_ToCronaca_CoroneFiori

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*