Moi “blindato” respinge il Comune. Già mille nelle palazzine – La Stampa

Moi “blindato” respinge il Comune. Già mille nelle palazzine – La Stampa

Stavolta, ad aspettarli, non c’era un muro umano. Una cinquantina di persone sì, però, guardate a vista dai reparti della polizia e dagli agenti della digos. Clima più disteso, ma per la seconda volta su due i consiglieri comunali non sono riusciti a visitare le cinque palazzine dell’ex Moi di via Giordano Bruno, nel bel mezzo del villaggio olimpico di Torino 2006, occupate ormai due anni fa da centinaia di profughi il cui numero, nel tempo, è lievitato. Ai componenti della commissione Controllo di gestione (…) gli occupanti – fiancheggiati dagli attivisti del centro sociale Askatasuna hanno consentito (ma solo dopo una trattativa che ha coinvolto i vertici della questura) soltanto una breve visita delle zone esterne e di un paio di sale comuni. Ma gli alloggi un tempo usati dagli atleti di Torino 2006 sono rimasti off limits.

Il sopralluogo è per lo meno servito a verificare sul campo quel che molti temevano: com’era già accaduto nel 2009 con l’ex clinica San Paolo, la palazzina di corso Peschiera trasformata in rifugio per disperati, nelle palazzine a ridosso del Lingotto i numeri stanno lievitando. Erano 200 all’inizio, quando i primi due stabili furono occupati, poi sono diventati 400. Ora sono quasi mille, esito di un tam tam che probabilmente ha richiamato in via Giordano Bruno decine di immigrati di Torino o di altre città in cerca di un tetto.

Una situazione potenzialmente esplosiva e forse destinata a peggiorare. Il ruolo di Askatasuna nel fare da cuscinetto fa sì che in moltida Tronzano di Forza Italia a Ambrogio di Fratelli d’Italia – chiedono un intervento deciso. (…) [A. Rossi]

19.12.14_Stampa_Moi

0 Commenti

Lascia una risposta