Scuola: riconosciuto il diritto al pasto da casa. Da settembre le famiglie potranno scegliere – NewsItalia Live

Scuola: riconosciuto il diritto al pasto da casa. Da settembre le famiglie potranno scegliere – NewsItalia Live
TORINO  – Dopo una lunga battaglia durata 2 anni ed un ricorso al Tar di 583 famiglie, la corte d’appello di Torino ha accolto la domanda dei genitori che da settembre potranno scegliere tra la mensa scolastica a pagamento e il pasto portato da casa. Il diritto al panino è stato finalmente riconosciuto dopo un iter complesso. Infatti in un primo momento l’azione legale portata avanti da centinaia di genitori torinesi che protestavano contro l’aumento delle tariffe della refezione era stata respinta dai giudici amministrativi che si erano dichiarati incompetenti a decidere sul diritto o meno dei genitori di dare il pranzo preparato a casa ai loro figli. Anche il giudice ordinario in un primo momento aveva respinto la richiesta, ma in corte d’appello le oltre 500 famiglie hanno avuto ragione grazie anche al prezioso lavoro dell’avvocato Giorgio Vecchione che ha portato avanti la causa. Le scuole avranno l’obbligo di garantire un luogo idoneo e non discriminante per accogliere i ragazzi che sceglieranno il pasto preparato a casa. La battaglia della mensa è stata portata avanti  con successo da Forza Italia in consiglio comunale dove Andrea Tronzano capogruppo del partito di Silvio Berlusconi aveva presentato nel mese di aprile una mozione affinché venisse riconosciuta alle famiglie la possibilità di scegliere tra la mensa scolastica e il pasto portato da casa.E’ stata una bella sfida vinta”, ha dichiarato a margine Andrea Tronzano. La sentenza torinese è destinata a diventare un precedente in tutta Italia .

FEDERICA BOSCO

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*